Perché questa mostra

«Lo sport è una famiglia di attività, segni e pratiche che tessono le relazioni fra chi lo pratica e chi vi assiste. Parlare dello sport è quindi parlare di vita quotidiana e di cultura giornaliera». (Hermann Bausinger, La cultura dello sport, Armando editore, 2008)

Attività fisica, passatempo, gioco, spettacolo, divertimento. Comunque lo si declini, lo sport è da intendersi prima di tutto come momento aggregante per una comunità, processo di identificazione collettiva ed elemento fondante di un tessuto sociale e urbanistico sempre in evoluzione. Con i suoi riti ed i suoi linguaggi, lo sport è parte viva della cultura popolare: il mito del campione che si proietta nei campetti di periferia forgiando esistenze e creando legami, intrecciando esperienze e contribuendo a favorire processi di integrazione tra popoli e culture diverse.

Pistoia – Tra sport e storia ripercorre oltre un secolo di storia cittadina attraverso il filo conduttore dello sport e dei suoi protagonisti. Un immaginario collettivo entrato a far parte della storia popolare della città fatto di luoghi, personaggi, ricordi, vittorie, imprese epiche e curiosità, rivissuto in un percorso espositivo allestito grazie alla collaborazione di enti, società sportive e privati collezionisti.

Pistoia – Tra sport e storia è anche un contenitore di incontri, dislocati in vari punti della città e aperti a tutti. La mostra sarà visitabile dal 24 agosto al 15 settembre (orario 10-13 e 16-22) nella ex chiesa di San Giovanni in Corso Gramsci a Pistoia. Dal 4 settembre inizierà la serie di appuntamenti collaterali.

L’ingresso alla mostra e agli eventi è libero.

loghi-ist